Benessere

Q10 coenzima con Selenio e vit. C+E

utili per combattere lo stress ossidativo

Acquista
Condividi su:
categoria:

Q10 coenzima con Selenio e vit. C + E Matt&diet è un integratore alimentare a base di coenzima Q10, sostanza naturalmente presente nel nostro organismo, Selenio, Vitamine C + E e con Vitamina A.
Il Selenio, insieme alla Vitamina E,contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo. La Vitamina C contribuisce alla formazione di collagene, per la normale funzione della pelle. La Vitamina A, infine, arricchisce la formulazione contribuendo al mantenimento di una pelle normale.

Confezione da 30 compresse in blister

Modalità d'uso
Si consiglia l'assunzione di 1 o 2 compresse al giorno, con un bicchiere d'acqua.


Prodotto in Italia  |  Confezione da 12 g


Matt ti aiuta a riciclare

Scatola, foglietto: CARTA

Blister: INDIFFERENZIATA

Verifica le disposizioni del tuo Comune


 

Agenti di carica: cellulosa microcristallina, calcio fosfato bibasico; Vitamina C (Acido L-Ascorbico, etilcellulosa); Vitamina E (DL-alfatocoferile Acetato), Coenzima Q10; agenti antiagglomeranti: biossido di silicio, magnesio stearato, Selenio L-Metionina; Vitamina A  (Acetato di retinile); agenti di rivestimento: idrossipropilmetilcellulosa, acido stearico, coloranti:titanio diossido, riboflavina. 

Contenuti medi  per 100 g per dose (2 cpr)  %VNR*
Vitamina C   10 g 80 mg 100
Coenzima Q10 5 g 40 mg -
Vitamina E** 1,5 g 12 mg 100
Vitamina A 100 mg 800 mcg 100
Selenio 6,9 mg 55 mcg 100

*VNR: Valori Nutritivi di Riferimento
** espresso in alfa-tocoferolo equivalenti

Conservare in luogo fresco e asciutto. Il termine minimo di conservazione si riferisce al prodotto correttamente conservato, in confezione integra. Non superare la dose giornaliera consigliata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita.

SELENIO - Se:

Il selenio è un oligoelemento presente nella dieta di tutte le forme di vita conosciute ed è un componente dei due amminoacidi selenocisteina e selenometionina. Il selenio è coinvolto nella regolazione dello stato ossidoriduttivo delle cellule e la sua carenza provoca disturbi o alcune patologie. Le maggiori fonti alimentari da selenio sono i derivati del frumento, soprattutto la pasta ottenuta dal grano duro. Ottime fonti di selenio sono anche le frattaglie, i pesci, le carni, i prodotti lattiero caseari, la frutta e la verdura, a seconda del terreno di coltivazione.
Il selenio contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo, alla normale funzione tiroidea, alla normale funzione del sistema immunitario, al mantenimento di unghie e capelli sani, alla normale spermatogenesi.

VITAMINA A:

Per vitamina A si intende un gruppo di sostanze liposolubili (retinoidi) il cui capostipite è il retinolo.
E' essenziale oltre che per il meccanismo di visione, anche per la differenziazione cellulare e quindi per la crescita e per la riproduzione sessuale. Una carenza di vitamina A può provocare cecità notturna, danneggiamento della cornea, ritardo della crescita. Il retinolo si trova essenzialmente negli oli di fegato di pesce o di altri animali in minore quantità, nelle uova e nel latte. Nei vegetali invece sono presenti i carotenoidi, specialmente in quelli di colore giallo, arancio, verde scuro o rosso.
La vitamina A contribuisce al mantenimento della capacità visiva normale, al normale metabolismo del ferro, al mantenimento di membrane mucose normali, al mantenimento di una pelle normale, alla normale funzione del sistema immunitario e interviene nel processo di specializzazione delle cellule.

VITAMINA C:

L’acido ascorbico o vitamina C è una molecola dal forte potere antiossidante, grazie al quale esplica numerose funzioni fisiologiche nell’organismo umano. Impedisce l’ossidazione dei tessuti corporei bloccando i radicali liberi dell’ossigeno e potenzia l’azione antiossidante della vitamina E. È inoltre di fondamentale importanza per la formazione dei tessuti connettivi. La sua presenza favorisce l’assorbimento intestinale del ferro. Un deficit di vitamina C determina l'insorgenza dello scorbuto, una patologia che si manifesta con gengive infiammate e sanguinanti, ecchimosi, debolezza dei capelli, occhi e fauci secche, debolezza muscolare, anemia e problemi che coinvolgono gli apparati di tutto l'organismo. La vitamina C e presente in frutta e verdura principalmente nei peperoni, agrumi, cavolini di Bruxelles, cavolfiori, verze, cavolo rosso, spinaci, fragole. Bisogna però evitare eccessivi lavaggi con acqua e cotture troppo prolungate, specialmente le bolliture, in quanto la vitamina è fortemente idrosolubile, labile al calore e facilmente ossidabile. La vitamina C contribuisce alla normale formazione del collagene per la normale funzione dei vasi sanguigni, per la normale funzione delle ossa, per la normale funzione delle cartilagini, per la normale funzione delle gengive, per la normale funzione della pelle, per la normale funzione dei denti. Contribuisce al normale metabolismo energetico, al normale funzionamento del sistema nervoso, alla normale funzione psicologica, alla normale funzione del sistema immunitario, alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo, alla riduzione della stanchezza e dell'affaticamento, alla rigenerazione della forma ridotta della vitamina E e accresce l'assorbimento del ferro.

VITAMINA E:

Per vitamina E si intende una famiglia di sostanze liposolubili essenziali per l'uomo, il cui capostipite è l'alfa-tocoferolo.  L’azione biologica della Vitamina E è dovuta essenzialmente alla sua attività antiossidante, infatti essa previene la propagazione dell’ossidazione degli acidi grassi polinsaturi e quindi delle membrane cellulari. Un suo deficit, seppur raro, può determinare l'insorgenza di malattie degenerative. La vitamina E è abbondante nei semi, nella frutta e negli oli vegetali. La cottura degli alimenti e la raffinazione dei grassi ne comporta grandi perdite. La vitamina E contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo.

RADICALE LIBERO:

Un radicale libero è una molecola o un atomo particolarmente instabile che per questo motivo può produrrre lesioni alle membrane cellulari attraverso meccanismi di ossidazione dei costituenti lipidici. Sono ritenuti responsabili dei processi di invecchiamento.
Dato che non è possibile impedirne la formazione, il nostro organismo ha elaborato un proprio sistema di difese in grado di neutralizzare buona parte degli effetti negativi associati alla produzione di radicali liberi; l’integrazione con vitamine A, E ed antiossidanti è particolarmente efficace per supportare le azione nel nostro organismo.