Sport

Proteine Whey 100

massa muscolare

Acquista
Condividi su:
categoria:

100% proteine isolate del siero di latte ultra-microfiltrate

Proteine Whey 100 Matt&diet è un prodotto dietetico in polvere a base di proteine di alto valore biologico isolate dal siero del latte mediante un processo di micro e ultra filtrazione e arricchite con Vitamina B6.
Le Proteine contribuiscono al mantenimento e alla crescita della massa muscolare. La Vitamina B6 contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell'affaticamento e al normale metabolismo delle proteine e del glicogeno.
Proteine Whey 100 Matt&diet è indicato per sportivi e per chi necessita di aumentare l'apporto proteico nella propria alimentazione. Ha un ottimo sapore di cacao ed è altamente solubile.

Polvere in barattolo con misurino

Modalita' d'uso
Miscelare il contenuto di 3 misurini (30 g) di polvere in 150 ml di acqua naturale o latte. Assumere una porzione al giorno lontano dai pasti principali e almeno un'ora prima degli allenamenti.


Prodotto in Italia  |  Confezione da 460 g


Matt ti aiuta a riciclare

Barattolo, Tappo, Misurino, Etichetta: PLASTICA

Verifica le disposizioni del tuo Comune


 

Proteine isolate del siero di LATTE; cacao in polvere; aromi; emulsionante: lecitina di SOIA; edulcoranti: sucralosio, acesulfame k; Vitamina B6 (Piridossina cloridrato).

Informazioni nutrizionali per 100 g per dose (30g)
Energia 1611 kJ  483 kJ
  381 kcal  114 kcal 
Grassi 3,4 g 1 g
   di cui acidi grassi saturi 2 g 0,6 g
Carboidrati 
10,1 g 3 g
   di cui zuccheri 1,7 g 0,5 g
Fibre 5 g 1,5 g
Proteine 74,9 g 22,5 g
Sale 0,35 g 0,11 g
Vitamina B6 4,7 mg (333% VNR*) 1,4 mg (100% VNR*)

*VNR: Valori Nutritivi di Riferimento

Conservare in luogo fresco e asciutto. Il termine minimo di conservazione si riferisce al prodotto correttamente conservato, in confezione integra. Non superare la dose giornaliera consigliata. Il prodotto deve essere utilizzato nell'ambito di una dieta variata ed equilibrata ed uno stile di vita sano. Non utilizzare in gravidanza e nei bambini, o comunque per periodi prolungati senza sentire il parere del medico.

PROTEINE:

Le proteine sono i principali costituenti delle cellule e dei tessuti del nostro organismo; svolgono funzioni di difesa, enzimatiche, ormonali e in condizioni di necessità, quali il digiuno prolungato, possono anche essere fonte di energia fornendo 4 kcal/g. Nell’organismo umano le proteine rappresentano circa il 50% dei componenti organici. Le molecole proteiche sono composte da unità di aminoacidi.
Classificazione delle proteine:
- Proteine di origine ANIMALE: contengono tutti gli aminoacidi essenziali e vengono quindi definite ad “alto valore biologico”; sono presenti nella carne, nelle uova e nel latte.
- Proteine di origine VEGETALE: mancano di uno o più aminoacidi essenziali e vengono quindi definite a “basso valore biologico”; sono contenute prevalentemente nei legumi e nei cereali.
Una corretta alimentazione deve fornire tutti gli aminoacidi essenziali. Per questo motivo gli alimenti di origine vegetale, ad eccezione della soia (che può essere equiparata, sotto il profilo proteico, agli alimenti di origine animale), non possono costituire l’unica fonte di proteine della dieta.

PIROSSIDINA:

Vedi Vitamina B6

SPORT AEROBICI E ANAEROBICI:

Gli esercizi di tipo aerobico richiedono un’attività moderata, durante la quale l’ossigeno risulta fondamentale per la produzione di energia e la contrazione muscolare. Tali attività richiedono sforzi fisici medio-bassi, ma prolungati nel tempo. Esempi di sport aerobici sono: nuoto, jogging, sci di fondo. Gli esercizi di tipo anaerobici richiedono invece sforzi intensi e di breve durata, come ad esempio salto in lungo, corsa veloce, salto con l’asta, salto in alto. Il punto in cui un esercizio da aerobico diventa anaerobico, detto anche “soglia aerobica”, è quello in cui inizia la produzione di acido lattico. Al di sotto di tale soglia il soggetto ha respirato correttamente ed i muscoli hanno ricevuto la giusta quantità di ossigeno per la produzione di energia. Quando l’allenamento inizia a diventare troppo intenso, i muscoli non vengono ossigenati sufficientemente, con la conseguente formazione di acido lattico che si accumula in essi e che viene poi smaltito nella fase detta di recupero.