Slimming

Kcalory Chitosano

per il controllo del peso

Acquista
€8,30anzichè €11,86
30% di sconto
Condividi su:
categoria:

con Cassia Nomane e Opuntia Ficus utili per il controllo del peso

Chitosano Matt&diet ha una formulazione esclusiva appositamente studiata e composta da Chitosano, Cromo, Cassia Nomame e Opuntia Ficus.
Il Chitosano, le cui proprietà sono note da sempre, è fibra naturale estratta dal guscio dei crostacei. 
Il Cromo contribuisce al normale metabolismo di carboidrati, grassi e proteine e al mantenimento di livelli normali di glucosio nel sangue. 
La Cassia Nomame risulta utile per la riduzione del senso di fame e insieme all'Opuntia Ficus è un valido aiuto per il controllo del peso.

Confezione da 40 compresse multilayer doppia azione in blister

Modalita' d'uso
Si consiglia l'assunzione di 2 compresse mezz'ora prima di pranzo e 2 mezz'ora prima di cena. In concomitanza all'assunzione di prodotti ricchi in fibre è consigliabile bere molti liquidi. 


Prodotto in Italia  |  Confezione da 36 g


Matt ti aiuta a riciclare

Scatola, foglietto: CARTA

Blister: INDIFFERENZIATA

Verifica le disposizioni del tuo Comune


Chitosano*, agente di carica: cellulosa microcristallina; stabilizzanti: adipato di diamido acetilato, idrossipropicellulosa; Opuntia ficus plv. (Opuntia ficus indica Mill., cladodi), agenti antiagglomeranti: mono- e digliceridi degli acidi grassi, polivinilpirrolidone, sali di magnesio degli acidi grassi, biossido di silicio (nano); Cassia nomame e.s. titolato (Cassia mimosoides L. var. nomame Makino, foglie), coloranti: clorofilline, ossidi di ferro, carminio d’indaco, riboflavina-5'-fosfato, blu brillante FCF; Cromo cloruro.

*contiene derivati dei CROSTACEI.

Contenuti medi per dose (4 cpr) %VNR*
Chitosano 2000 mg   
Opuntia Ficus 300 mg   
Cassia Nomame e.s.  120 mg    
Cromo 100 mcg 250

 *VNR: Valori Nutrizionali di Riferimento

Conservare in luogo fresco e asciutto a temperatura non superiore ai 25°C. Il termine minimo di conservazione si riferisce al prodotto correttamente conservato, in confezione integra. Non superare la dose giornaliera consigliata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto i 3 anni. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita. Il prodotto deve essere impiegato nell'ambito di una dieta ipocalorica adeguata seguendo uno stile di vita sano con un buon livello di attività fisica. Se la dieta viene seguita per periodi prolungati, superiori alle tre settimane, si consiglia di sentire il parere del medico.

CHITOSANO:

Il chitosano è un polimero polisaccaridico, estratto dal guscio dei crostacei o ottenuto a partire dalla chitina, composto da unità di glucosamina e di acetilglucosamina. E' una sorta di fibra alimentare.
Quando il chitosano giunge allo stomaco e viene a contatto con i grassi alimentari, crea un grosso complesso costituito da lipidi e fibre. Si forma quindi un gel fluido e stabile che circonda completamente questo agglomerato stabilizzandolo e facendo sì che non venga alterato dalle variazioni dei livelli di pH che si verificano tra lo stomaco e l’intestino tenue. Il complesso di lipidi e fibre contenente il grasso non digerito non viene quindi assorbito dall’intestino tenue e viene fisiologicamente eliminato dalle feci.
Il chitosano contribuisce al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue (l'effetto benefico si ottiene con l'assunzione giornaliera di 3 g di chitosano).

CROMO - Cr:

Il cromo è un minerale che nel nostro organismo svolge un ruolo importante nel metabolismo dei carboidrati. Le principali fonti di cromo sono grano, cereali, spezie, funghi, caffè, tè, birra, vino e carne.
Il cromo contribuisce al metabolismo dei macronutrienti (carboidrati, proteine, grassi) e al mantenimento di livelli normali di glucosio nel sangue.

OPUNTIA:

Opuntia ficus indica - conosciuta come fico d'india, è una pianta appartenente alla famiglia delle Cactaceae, originaria del Messico e coltivata nel bacino del Mediterraneo e nelle zone temperate di America, Africa, Asia e Oceania.
Il fusto è composto da più cladodi (pale) che hanno una forma appiattita e ovaliforme che si uniscono tra di loro formando delle ramificazioni. In fitoterapia vengono utilizzati sia i cladodi (favoriscono l'equilibrio del peso corporeo, modulano l'assorbimento dei nutrienti, esplicano un'azione emoliente e lenitiva del sistema digerente, favoriscono il transito intestinale) che i fiori (favoriscono la funzionalità del sistema digerente, la regolarità del transito intestinale, la funzionalità della prostata).
I frutti sono commestibili e grazie al loro ottimo sapore vengono invece consumati.

CASSIA NOMAME:

Cassia mimosoides L. var. Nomame Makino - è una pianta appartenente alla famiglia delle Leguminosae, che viene utilizzata in fitoterapia per le sue proprietà in grado di favorire l'equilibrio del peso corporeo, il metabolismo dei trigliceridi e del colesterolo. La pianta cresce principalmente lungo i terreni umidi dei corsi d'acqua e raggiunge l'altezza di un metro e mezzo circa. E' caratterizzata da foglie verdi formate da molte paia di foglioline aguzze asimmetriche e da piccoli fiori gialli.

METABOLISMO:

Il metabolismo è l’insieme delle reazioni che avvengono in tutti gli organismi viventi permettendo loro di accrescersi e mantenersi in vita. Il metabolismo è formato da due fasi: anabolismo, che produce molecole complesse a partire da molecole più semplici utili alla cellula e catabolismo che comporta la degradazione di molecole complesse in molecole più semplici e produce energia. Il metabolismo è il bilancio delle reazioni anaboliche e cataboliche: da un lato l’organismo ricava l’energia dagli alimenti che ingerisce e dall’altro utilizza tali energie per svolgere le sue funzioni vitali.

METABOLISMO DI BASE (MB):

Il metabolismo basale corrisponde all’energia minima richiesta dall’organismo in stato di riposo fisico, digestivo ed emozionale. E’ il minimo dispendio energetico necessario a mantenere le funzioni vitali e lo stato di veglia. Esso è influenzato da vari fattori: innalzamento della temperatura corporea, la superficie corporea, l’età (il metabolismo basale è maggiore nel lattante e minore nell’anziano), il sesso (è inferiore nella donna rispetto all’uomo), il clima (è più elevato nei climi freddi rispetto a quelli temperati), lo stato nutrizionale (si abbassa durante il digiuno o con un’alimentazione vegetariana, mentre si innalza nelle diete iperproteiche), lo stato di salute (la febbre aumenta il metabolismo basale del 13% per ogni grado di aumento di temperatura corporea), effetti ormonali (l’ipertiroidismo, lo stress psicofisico, la gravidanza fanno aumentare il metabolismo basale).