Erboristeria

Carbone attivo vegetale

meno gas

Acquista
Condividi su:
categoria:

Il Carbone attivo subisce un particolare trattamento durante il quale viene aumentata la sua porosità per conferire ad esso un potere adsorbente, favorendo la riduzione dell'eccessiva flatulenza che si può formare dopo il pasto. 
Le compresse di Carbone attivo vegetale Matt&diet mantengono inalterate tutte le caratteristiche dei principi vegetali utilizzati.

Confezione da 75 compresse in blister

Modalità d'uso
L'effetto benefico si ottiene con l'assunzione di 1 g di carbone attivo (pari a 4 compresse) almeno 30 minuti prima del pasto e di 1 g di carbone attivo (pari a 4 compresse) subito dopo il pasto, con un bicchiere d'acqua.


Prodotto in Italia  |  Confezione da 37,8 g


Matt ti aiuta a riciclare

Scatola, foglietto: CARTA

Blister: INDIFFERENZIATA

Verifica le disposizioni del tuo Comune


Carbone attivo vegetale; zucchero; addensante: gomma d'acacia; amido di mais; agente antiagglomerante: sali di magnesio degli acidi grassi.

Contenuti medi per 100 g per 4 cpr per 8 cpr
Carbone Attivo Vegetale 49,6 g 1 g 2 g

Conservare in luogo fresco e asciutto. Il termine minimo di conservazione si riferisce al prodotto correttamente conservato, in confezione integra. Non superare la dose giornaliera consigliata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita.

 

CARBONE ATTIVO:

Il carbone attivo è un tipo di carbone amorfo preparato attraverso un particolare processo che ne aumenta l'area superificiale conferendogli un'ottima capacità di adsorbimento.
Grazie a questa proprietà il carbone attivo viene utilizzato per diversi imipeghi tra cui: trattamento degli avvelenamenti acuti, come decolorante, nei trattamenti di purificazione di aria e acqua ecc.
Il carbone attivo viene utilizzato in campo terapico come adsorbente gastrointestinale, alcuni studi hanno, infatti, dimostrato che l'assunzione di 1 g di carbone attivo trenta minuti prima del pasto e 1 g subito dopo il pasto favorisce la riduzione dei gas intestinali ed i sintomi ad essi correlati.

FLATULENZA:

Questo disturbo provoca emissione di gas prodotti nel colon. Non è dovuto all’ingestione di aria dalla bocca, ma alla fermentazione di carboidrati non assorbibili (fibre) e da disturbi dell’assorbimento di alcuni nutrienti (es. lattosio che non viene scisso ed assorbito dalle pareti intestinali, ma viene fermentato dalla flora batterica con conseguente formazione di eccessive quantità di gas).

METEORISMO:

È una condizione per la quale nel canale digerente (stomaco e intestino) si accumulano sacche di aria. Oltre che fastidioso, il disturbo può essere anche doloroso, specialmente quando il gas si accumula nell’intestino. Esso può essere dovuto all’ingestione di aria (es. parlare mentre si mangia oppure masticare a lungo chewing-gum) oppure l’assunzione di elevate quantità di alimenti fermentabili, come le fibre non idrosolubili.