Questo sito utilizza cookie tecnici ed equiparati per consentirti una migliore navigazione.
Se vuoi saperne di più clicca qui Cookies.
La fibra è l’insieme di quei carboidrati complessi (polisaccaridi, cellulosa, emicellulosa, lignine, silicati, inulina, oligosaccaridi) e di altre sostanze che compongono le cellule dei vegetali commestibili, non immediatamente digeribili dall’uomo e perciò non assimilate dal nostro organismo. Pur non potendosi considerare un nutriente, la fibra alimentare esercita effetti di tipo funzionale e metabolico che la fanno ritenere una importante componente della dieta umana. Le fibre vengono classificate in solubili ed insolubili a seconda della capacità di assorbire l’acqua.
- INSOLUBILI: sono fibre insolubili la cellulosa e la lignina presenti principalmente nella crusca di cereali. Sono in grado di assorbire acqua determinando un aumento della massa fecale, un accelerato transito intestinale, una riduzione del tempo di contatto con la mucosa intestinale di sostanze potenzialmente nocive (tossiche, cancerogene…). Tali fibre sono particolarmente indicate nella regolazione delle funzioni intestinali.
- SOLUBILI: sono fibre solubili i galattomannani, le pectine, le gomme e le mucillagini. Sono contenute principalmente nella frutta, in alcuni legumi, nelle verdure e nei fiocchi d’avena. Riescono a formare un gel che consente il rallentamento dello svuotamento gastrico con conseguente senso di sazietà, un rallentamento del transito intestinale, una riduzione dell’assorbimento e della produzione di colesterolo. Sono utili nell’alimentazione di soggetti con disturbi metabolici che traggono vantaggio da un assorbimento dei nutrienti lento o ridotto e nelle diete per la riduzione del peso inducendo un senso di sazietà.
La quantità ottimale di fibra da assumere è nell’ordine di 30 grammi al giorno. Per raggiungere tale quantità è auspicabile aumentare il consumo di alimenti ricchi di fibre (cereali, legumi, verdure e frutta). Un’eccessiva quantità potrebbe invece determinare una riduzione dell’assorbimento di elementi minerali di origine alimentare (ferro, calcio, zinco).
I claim nutrizionali correlati alle fibre sono i seguenti:
- Fonte di fibre
utilizzata quando il contenuto di fibre del prodotto è almeno 3 g/100 g o 1,5 g/100 kcal
- Ricco di fibre
utilizzata solo quando il contenuto di fibre del prodotto è almeno 6 g/100 g o almeno 3 g/100 kcal

Prodotti collegati

MATT - ALIMENTI
Panificazione

CraccoSnello farro bio

crackers al farro ricchi di fibre

MATT - ALIMENTI
Panificazione

Le Farro bio

gallette al farro senza lievito

MATT - ALIMENTI
Panificazione

PanCrispy bio sesamo

pane croccante al sesamo senza lievito

MATT - ALIMENTI
Panificazione

Pane multicereali bio

pre-affettato ricco di fibre

MATT - ALIMENTI
Vegan style

Lupino e Farro

Cracker di Legumi e Cereali