Questo sito utilizza cookie tecnici ed equiparati per consentirti una migliore navigazione.
Se vuoi saperne di più clicca qui Cookies.

FIBRA PREBIOTICA

Le “fibre prebiotiche” sono delle lunghe molecole di carboidrati, formate da unità di zuccheri che si ripetono. La loro forma chimica però è tale che non possono essere digerite dall’intestino umano, ma soltanto da determinati batteri, quali bifidobatteri e batteri lattici, che contribuiscono a formare la flora batterica intestinale. Le “fibre prebiotiche”, manifestando determinati effetti di fermentescibilità, sono capaci di stimolare in modo selettivo, a livello del colon, la crescita di specie batteriche ad azione probiotica, cioè di microrganismi che svolgono un’importante effetto equilibratore della microflora intestinale. La loro azione benefica si esprime con i seguenti risultati:
- Inibizione dei batteri responsabili della formazione di gas a livello intestinali (meteorismo e flatulenza)
- Aumento delle difese immunitarie, in quanto una buona flora batterica intestinale ostacola l’instaurarsi di batteri patogeni
- Aumento della biodisponibilità dei sali minerali, quali Calcio, Ferro e Magnesio
- Miglioramento del metabolismo lipidico (colesterolo e trigliceridi)
- In alcuni studi si è vista un’azione positiva delle fibre prebiotiche sull’incidenza del tumore al colon su animali da laboratorio.