Questo sito utilizza cookie tecnici ed equiparati per consentirti una migliore navigazione.
Se vuoi saperne di più clicca qui Cookies.
La tradizione terapeutica dell’escina, principio attivo dell’estratto di Ippocastano, risale alla medicina del 500, in cui i semi e le ghiande di Aesculus hippocastanum trovavano largo impiego, per le loro virtù decongestionanti. Le parti usate in medicina sono i semi e le gemme dei rami giovani. L’escina è presente come componente in molti farmaci che trovano indicazione, per uso sia topico che sistemico, nelle patologie in cui esista, come momento patogenetico, un’alterazione della resistenza e della permeabilità capillare.